Denti gialli o macchiati? Ecco come schiarirli - Studio Fedi
Sbiancamento Dentale

Denti gialli o macchiati? Ecco come schiarirli

Finalmente trattabili i denti gialli e macchiati.

I denti scuri o gialli possono essere tali per motivi genetici oppure hanno incorporato durante l’odontogenesi in modo permanente farmaci usati per terapie generali.

Tra gli antibiotici il principale responsabile è la tetraciclina che si lega durante lo sviluppo del dente, alla dentina in maniera irreversibile provocandone la discolorazione verso tonalità grigie e giallo-marrone, l’intensità è variabile ma comunque sempre molto sgradevole.

Le tetracicline sono infatti controindicate durante la gravidanza e l’infanzia dal momento che l’odontogenesi comincia durante la vita intrauterina e prosegue per i primi otto nove anni di vita.

La minociclina spesso assunta per lunghi periodi per il trattamento dell’acne può provocare alterazione del colore con bande grigio verde o grigio blu potendo comparire anche già solo dopo un mese dall’inizio del trattamento.

Anche la ciprofloxacina è stata associata alla comparsa di colorazione verde permanente e non dimentichiamo il fluoro che somministrato per via orale o derivato dall’alimentazione, quando eccessivo può provocare la fluorosi dello smalto sia in forma lieve con piccoli spot biancastri o macchie se in forma grave con aree estese bianco opache macchie brune o avvallamenti dello smalto sulla maggior parte della superficie.

Questi denti scuri sono resistenti allo sbiancamento per che influisce in minima parte sul colore originale e certamente non in modo risolutivo.

Poiché nel recente passato appariva troppo demolitivo ridurre i denti per rivestirli con corone in metal ceramica, i sorrisi espressi da questi denti gialli rimanevano intrattabili causando spesso addirittura un deterioramento dell’espressività mimica per via del ritegno a sorridere pienamente.

Qual è la soluzione?

Ma una soluzione oggi c’è è sufficiente eliminare una piccola parte della superficie scura del dente rimanendo nel contesto dello smalto, quindi senza intaccare la dentina sensibile che è all’interno del dente e rivestire lo stesso con le resistentissime faccette in ceramica oggi disponibili in diverse formulazioni. Il risultato in mani esperte è garantito al 100% ed è da considerare alla luce delle attuali ricerche, inalterabile nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su